Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

La salute è un bene unico

Giugno 20 @ 9:00 - 14:00

One Health e modelli di gestione integrata sul territorio: il caso Viterbo

One Health e modelli di gestione integrata sul territorio: il caso Viterbo

L’Organizzazione Mondiale della Sanità propone il concetto “One Health” come piattaforma di riferimento multisettoriale per la prevenzione e l’organizzazione sanitaria globale, un innovativo “approccio alla progettazione e all’attuazione di programmi, politiche, legislazione e ricerca in cui più settori comunicano e lavorano insieme per ottenere risultati migliori in materia di salute pubblica” (What is One Health, OMS, Settembre 2017).

Si tratta di un approccio multidisciplinare che l’OMS sviluppa con la FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations) e l’OIE (World Organisation for Animal Health (OIE), per promuovere “risposte multisettoriali ai pericoli per la sicurezza alimentare, ai rischi da zoonosi e ad altre minacce per la salute pubblica nell’interfaccia uomo-animale-ecosistema e fornire indicazioni su come ridurre questi rischi” (What is One Health, OMS, Settembre 2017). La definizione – coniata in seguito alla conferenza One World, One Health: Building Interdisciplinary Bridges to Health in a Globalized World, New York 2004 – è ormai patrimonio delle organizzazioni, delle agenzie internazionali e delle istituzioni.
In Italia il Ministero della Salute ha impostato il suo Piano della Prevenzione 2020-2025 ponendo il tema One Health tra i valori di riferimento della sua programmazione per sostenere l’integrazione delle attività dei sistemi di prevenzione di salute ambientale, umana e veterinaria (Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, Ministero della Salute, 2019). Nel documento si specifica che “il PNP 2020-2025 rafforza una visione che considera la salute come risultato di uno sviluppo armonico e sostenibile dell’essere umano, della natura e dell’ambiente – One Health. Questo approccio, “riconoscendo che la salute delle persone, degli animali e degli ecosistemi sono interconnesse, promuove l’applicazione di un approccio multidisciplinare, intersettoriale e coordinato per affrontare i rischi potenziali o già esistenti che hanno origine dall’interfaccia tra ambiente-animali-ecosistemi” (Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, pag 3, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, Ministero della Salute, 2019).
Anche l’Istituto Superiore di Sanità-ISS, nel suo Piano strategico 2021-2023, dichiara “di promuovere la crescita della capacità multidisciplinare necessaria per le sfide sanitarie complesse a livello nazionale e internazionale, affrontando le lacune rilevanti nella ricerca, networking, integrazione e formazione, attraverso la valorizzazione di tutti i settori coinvolti, inclusi l’ambiente e i settori socioeconomici e la partecipazione di cittadini e comunità tra gli stakeholder al fine di garantire il pieno impatto della One Health.
Sempre l’ISS ha dichiarato recentemente di aver messo a punto il Manifesto ISS One Health, documento reso disponibile per condividere una
visione globale, obiettivi e strategie e promuovere collaborazioni (Giornata Europea All for One Health, 2021, ISS). Il Manifesto – che prende l’avvio dalle recenti criticità connesse alla pandemia da SARS-CoV2 – sarà reso pubblico nei prossimi mesi.
Il tema One Health è al centro di numerose iniziative ed approfondimenti: tra queste la recente presa di posizione di numerose associazioni tecnico-professionali che in Lombardia hanno auspicato che l’approccio One Health sia integrato nelle Linee Guida del nuovo Piano Sanitario Regionale.

 

SCARICA LA LOCANDINA

Dettagli

Data:
Giugno 20
Ora:
9:00 - 14:00